Riduci dimensioni testo Dimensioni normali Aumenta dimensioni testo

Biblioteca di Città Studi Biella: lunedì 29 giugno riapre la sala studio

Dopo la riapertura di metà maggio, con un avvio parziale del servizio di prestito e restituzione volumi, la biblioteca universitaria biellese riaprirà lunedì 29 giugno la sala lettura e la sala PC agli studenti e ai lettori biellesi che, da anni, frequentano assiduamente la struttura all’interno del campus universitario.

La biblioteca di Città Studi conta più di 15.000 iscritti – dichiara Pier Ettore Pellerey, Presidente di Città Studi Biella – per molti di loro, riaprire la sala studio, sarà un graduale ritorno alla normalità. La nostra biblioteca è ormai un punto di riferimento per gli universitari biellesi che, in questo modo, continuerà ad erogare un importante servizio per il territorio”.

Nelle ultime settimane i bibliotecari hanno lavorato assiduamente per riorganizzare e riallestire gli spazi riservati allo studio, cercando di renderli accoglienti nonostante le limitazioni delle norme in vigore anti-COVID. Anche l’ampia area verde esterna alla biblioteca è stata attrezzata in modo da poter essere sfruttata al meglio dagli utenti, che potranno così godersi l’ombra dei viali alberati e il verde dei giardini.

Per il mese di luglio la biblioteca osserverà il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 17.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30 per prestito e restituzione libri. La sala lettura e quella PC saranno usufruibili invece dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 17.30 (durante la pausa avverrà l'igienizzazione delle postazioni), mentre il sabato dalle 8.30 alle 12.30.

 Per poter studiare in biblioteca gli utenti, oltre a indossare la mascherina protettiva per tutto il tempo di permanenza nella struttura, dovranno prenotare la loro postazione, la quale sarà personale e non cedibile.

I bibliotecari hanno predisposto, per effettuare le prenotazioni e per essere informati sulle nuove norme di accesso, un format da compilare disponibile sulla pagina internet della biblioteca (www.cittastudi.org/prenotazioni). In alternativa sarà possibile telefonare allo 0158551107.

Non sarà, per ora, consentito l’accesso alle collezioni a scaffale aperto della biblioteca. Gli utenti sono invitati quindi a ricercare il materiale bibliografico che desiderano prendere in prestito, utilizzando il catalogo online delle biblioteche biellesi (www.polobibliotecario.biella.it) o l’app BiblioBi e richiederlo se disponibile o prenotarlo se in prestito ad altri.

Le richieste e le prenotazioni possono essere effettuate anche via mail, telefonicamente e via web (chi è iscritto al servizio può accedere al portale con le proprie credenziali – l’user id è il codice fiscale - e se le avesse perse può richiedere la reimpostazione via web o telefonicamente).

Chi lo desidera potrà sottoscrivere anche l’abbonamento a MediaLibraryOnLine, la biblioteca digitale che, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno permette di consultare oltre 7.000 tra quotidiani e riviste italiane e straniere, oltre a un catalogo di oltre 47.000 ebook delle maggiori case editrici italiane.

Per gli studenti e i ricercatori sarà possibile usufruire gratuitamente del servizio di document delivery Nilde, che permette di reperire articoli da periodici e saggi da libri non posseduti dalle biblioteche del Polo Bibliotecario Biellese.

Per maggiori informazioni è possibile contattare direttamente Città Studi Biella tel. 015 8551107,   email: biblioteca@cittastudi.org, web-site: www.cittastudi.org/biblioteca, facebook: @bibliotecacittastudi