Riduci dimensioni testo Dimensioni normali Aumenta dimensioni testo

Lo smart working

Con l’espressione lavoro agile o smart working (Legge n. 81/2017, artt. 18-24) si indica una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato introdotta per incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, attraverso la flessibilità in termini di luoghi ed orari di lavoro.

Il DPCM del 23 febbraio 2020, n.6, recante le misure urgenti in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica legata al Coronavirus ha stabilito che “La modalità di lavoro agile (…) è applicabile in via automatica ad ogni rapporto di lavoro subordinato nell’ambito di aree considerate a rischio nelle situazioni di emergenza nazionale o locale nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni e anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti”.

Per accompagnare tutti i lavoratori al cambiamento di abitudini, è necessario comprendere a fondo la normativa vigente e organizzare forme di attuazione in linea con quelli che sono i processi produttivi aziendali.

Programma :

  • Definizione e caratteristiche.
  • Campo di applicazione.
  • Accordo di lavoro agile.
  • Comunicazione obbligatoria.
  • Trattamento economico e normativo.
  • Sicurezza e tutela INAIL.
  • Recesso.
  • Sicurezza sul lavoro per lo smart worker.
  • Creare il Team - definire obiettivi.
  • Requisiti per collaborare e lavorare in mobilità.
  • MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE.
    Esempi di applicazione a diverse realtà aziendali

Durata:

2

Giorni e orari:

8:30 - 10:30

Se sei interessato al corso o per ricevere maggiori informazioni, compila il modulo con i tuoi dati e sarai ricontattato quanto prima.

Indietro Modulo di richiesta