Riduci dimensioni testo Dimensioni normali Aumenta dimensioni testo

Corso spazi confinati - 8 ore

Il D.P.R. 177/11definisce i criteri per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, a norma dell'articolo 6, comma 8, lettera g), del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Secondo la normativa si definiscono:

  • Ambienti sospetti di inquinamento come pozzi, fogne, cunicoli, camini e fosse in genere, di cui agli artt. 66 e 121 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.;
  • Ambienti confinati come ad esempio tubazioni, canalizzazioni, recipienti quali vasche, serbatoi e simili, silos, ecc., di cui all’allegato IV, punto 3, del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.        

Che cos’è uno spazio confinato ?

“Un qualsiasi ambiente limitato, in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, a causa di condizioni di pericolo dovute dalla carenza di aerazione e dalla possibile presenza di sostanze tossiche, infiammabili, asfissianti o nocive. ”

Alcuni esempi di spazi confinati,

  • Serbatoi,
  • Silos,
  • Recipienti adibiti a reattori,
  • Sistemi di drenaggio chiusi,
  • Reti fognarie,
  • Cisterne aperte,
  • Vasche e fosse biologiche,
  • Camere di combustione all'interno di forni,
  • Tubazioni,
  • Ambienti con ventilazione insufficiente o assente,
  • Sentine e stive di imbarcazioni,
  • Canne fumarie,
  • Tini per la fermentazione alcolica.

 

I rischi da considerare,

Tra i maggiori rischi a cui il lavoratore è esposto negli ambienti confinati vi sono:

  • Caduta dall'alto
  • Esplosione e/o Incendio
  • Intossicazione
  • Asfissia

CORSO PER LE IMPRESE E I LAVORATORI OPERANTI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI – 8 Ore

Il corso è formato da una parte teorica di 4 ore e da un addestramento di 4 h durante le quali i corsisti potranno confrontarsi relativamente ai rischi che sono propri degli “ambienti confinati” e alle peculiari procedure di sicurezza ed emergenza che in tali contesti debbono applicarsi.

Destinatari :

Tutto il personale impiegato in mansioni lavorative che prevedono l’ingresso in spazi confinati, Addetti e Preposti di Imprese Esecutrici e Committenti che si trovano a dover entrare a visionare lavori che si svolgono all’interno di spazi confinati e sospetti di inquinamento. Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione e Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (valido come aggiornamento)


Prerequisiti :

è preferibile aver frequentato un corso specifico sull’utilizzo dei DPI di III^ cat. (APVR e Anticaduta) e almeno il corso AIC medio rischio.


Obiettivi :

Il corso mira a informare imprese e lavoratori autonomi destinati ad operare in ambienti sospetti di inquinamento o confinati attraverso un adeguamento del proprio modello di organizzazione e gestione a determinati standard minimi di sicurezza, e imporre alle imprese e ai lavoratori autonomi, la formazione necessaria relativamente ai rischi che sono propri degli “ambienti confinati” e alle peculiari procedure di sicurezza ed emergenza che in tali contesti debbono applicarsi.

L’obiettivo è di informare e formare il personale di aziende che operano all’interno di luoghi confinati e inquinati, per assolvere agli obblighi richiesti dalla legge.


Programma :

Modulo teorico (4 ore)

Aspetti sugli spazi confinati

  • Normativa di riferimento: art. 37 e 77 D.Lgs. 81/08 e D.P.R. del 14/09/2011, n. 177,
  • Definizioni e caratteristiche ed esempi di “Spazi Confinati”,
  • La guida ISPESL;
  • Le procedure di lavoro e di emergenza negli spazi confinati e negli ambienti con sospetto inquinamento;
  • Il permesso di lavoro;
  • L’aria e la respirazione,
  • Rischi relativi agli spazi confinati,
  • Caratteristiche degli spazi confinati,
  • Controllo delle sostanze pericolose e dell’atmosfera esplosiva,
  • Tipi di gas tossici,
  • Equipaggiamento per spazi confinati,
  • Rilevatori gas e controlli d’uso,
  • Autorespiratori escape, escape hood e controlli d’uso,
  • Tripode e dispositivi anticaduta,
  • Comunicazioni, esame delle situazioni di emergenza che si potrebbero verificare

Contenuti pratici (4 ore) saranno sui seguenti argomenti :

  • Presa visione delle pratiche di ingresso in spazi confinati,
  • Presa visione di utilizzo dei DPI anticaduta,
  • Presa visione degli APVR in possesso,
  • Presa visione dell’utilizzo di Rilevatori gas e atmosfere esplosive,
  • Presa visione delle tecniche di soccorso.

Al termine della lezione teorica sarà distribuito un questionario di valutazione relativo alle aree giuridico normativa e tecnica. La seconda parte del corso è costituita dal modulo pratico, al termine del quale verrà effettuata la prova pratica di verifica finale.


Durata:

8 ore

Giorni e orari:

N.D.

Sede:

Città Studi S.p.A., C.so G. Pella 10 – Biella

Frequenza:

Per il rilascio dell'attestato di frequenza occorre aver frequentato il 90% delle ore previste dal corso ed aver superato le prove di verifica finale (D.P.R. 177/2011)

Certificazione:

A completamento del corso sarà rilasciato un attestato

Materiale didattico:

A ciascun partecipante verrà rilasciato materiale didattico individuale (cartellina, libretto formativo, penna e materiale utile)

Informazioni aggiuntive:

Informazioni ed iscrizioni presso Città Studi S.p.A.: Orario 8.30 -12.30, 14.30 -18.00 Tel. 015 8551111

Se sei interessato al corso o per ricevere maggiori informazioni, compila il modulo con i tuoi dati e sarai ricontattato quanto prima.

Indietro Modulo di richiesta