Riduci dimensioni testo Dimensioni normali Aumenta dimensioni testo

La biblioteca di Città Studi ospita Red OX. Personale di Alessandro Kalos ed Elena Rosina

Biblioteca di Città Studi, 11 settembre 2017 – 7 ottobre 2017

La mostra dal titolo “Red OX” si compone di diversi lavori che analizzano la trasformazione della materia che compone ciò che l’uomo cerca di archiviare e conservare.

Le persone hanno sempre cercato di sofisticare il metodo di archiviazione sino ad arrivare al digitale, ma la materia muta in continuazione e nulla può essere conservato in eterno.

I lavori esposti lungo la vestrata d'artista della biblioteca di Città Studi indagano il processo di trasformazione della materia che porta al cambiamento di significato in essa contenuto.

In chimica con il termine Red Ox si intende il processo di ossido riduzione in cui si ha uno scambio di elettroni da una specie chimica a un'altra; nel contesto della mostra questa terminologia assume un significato simbolico: la parola Red sta per rosso mentre il suffisso Ox per ossidazione. Le pagine dei libri che contengono una percentuale di rame o di metalli, infatti, con il tempo si ossidano, creando quelle macchie giallo-rosse tipiche dei volumi datati.

Red OX dialoga con la proposta di lettura del mese "Una porta per l'altrove. Una bibliografia dedicata ai libri e alle biblioteche", che raccoglie testi sulla storia del libro e delle biblioteche, la lettura, gli e-book e la scrittura.

La mostra, curata da Walter Ruffatto, è ad ingresso libero e si potrà visitare nei seguenti orari: da lunedì a venerdì con orario 8.00 – 19.00 e sabato mattina 8.30 - 12.30.

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare la biblioteca di Città Studi al numero 015 85511107.