Riduci dimensioni testo Dimensioni normali Aumenta dimensioni testo

Incontro coi 5 finalisti del Premio Biella Letteratura e Industria

Sabato 15 ottobre 2016 - Biella

In occasione della presentazione a Biella dei cinque finalisti della quindicesima edizione del Premio Biella Letteratura e Industria, si inaugura una nuova collaborazione con i Rotary Club del territorio biellese. I club rotariani di Valle Mosso, Biella e Viverone Lago hanno accettato di promuovere, organizzare e sponsorizzare un'iniziativa legata alle prossime tre edizioni del Premio.


Si comincia quest'anno con il Rotary di Valle Mosso, i cui presidenti attuale ed uscente, Gilberto Pichetto e Pier Giacomo Borsetti, hanno proposto una serata a tema in onore dei vincitori.

Sabato 15 ottobre presso la Biblioteca di Città Studi Biella (ore 17, ingresso gratuito) i finalisti Paolo Bricco, Loris Campetti, Grazia Lissi, Angelo Mastrandrea e Gianfelice Rocca presenteranno al pubblico le loro opere in un incontro condotto dal presidente della Giuria del Premio Pier Francesco Gasparetto.


L'incontro sarà accompagnato dalle note musicali di Max Tempia di Biella Jazz Club e dalle letture di brani tratti dalle opere finaliste, interpretate dalla voce di Paolo Zanone di Teatrando.

In questa occasione sarà presentato il nuovo progetto di promozione alla lettura Book Trailed Contest, ideato da Premio in collaborazione con la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Biella e Vercelli,  che invita i giovani  e appassionati di comunicazione multimediale a realizzare un breve video su uno dei libri finalisti, che sarà sottoposto al giudizio del pubblico online. Al vincitore andranno 2000 euro.

Chiude l'incontro il cocktail in onore degli autori che darà modo al pubblico di incontrare i finalisti di persona e di scambiare in un clima informale e amichevole opinioni, osservazioni  e recensioni sui loro libri.

A seguire, per celebrare i finalisti del Premio e il loro lavoro, il Rotary di Valle Mosso propone una serata a tema con cena di gala (Palazzo Gromo Losa, Corso del Piazzo 24 – Biella).


La serata si svilupperà sul filo della memoria per celebrare il 40° anniversario della liberalizzazione del sistema radiotelevisivo italiano, dopo la battaglia condotta da Telebiella. Sarà discusso anche il futuro del territorio biellese alla luce di quanto accaduto in questi quarant'anni, con particolare attenzione alla possibilità di riuscire ancora a concretizzare sogni che si tramutano in imprese, come avvenne nel caso della piccola emittente di Peppo Sacchi che riuscì a sconfiggere il monopolio statale della Rai.

Sarà presentato il documentario "1976-2016, testimoni di un anniversario", prodotto dal Rotary Valle Mosso e realizzato dai videomaker Beppe Anderi e Maurizio Pellegrini: una raccolta di interviste a vari personaggi locali, che raccontano come era Biella nel 1976, in confronto a oggi. Dopo la proiezione, il direttore del giornale Il Biellese Silvano Esposito condurrà un talk show, coinvolgendo gli autori del video, i cinque finalisti e altre personalità presenti alla serata, per discutere di questo fatto storico e della capacità del territorio biellese di riuscire a produrre ancora vicende come questa che hanno cambiato la storia d'Italia.


La serata coinciderà con la cena di gala, alla quale potranno partecipare, oltre agli invitati, anche coloro che lo desiderano, prenotandosi alla segreteria del Premio, fino a esaurimento posti (entro mercoledì 12 ottobre al numero 015.8551107 – 30 euro).


Programma sabato 15 ottobre 2016

ore 17 - PRESENTAZIONE DEI CINQUE FINALISTI del Premio Biella Letteratura e Industria
- INCONTRO CON GLI AUTORI - Coordina: Pier Francesco Gasparetto
-  COCKTAIL - Intervento musicale di Max Tempia (Biella Jazz Club ), letture di Paolo Zanone (Teatrando)   
a seguire

- CENA CON GLI AUTORI a cura del Rotary - Club di Valle Mosso (Palazzo Gromo Losa, Corso del Piazzo 24 – Biella).
- PROIEZIONE del documentario 1976-2016, TESTIMONI DI UN ANNIVERSARIO prodotto dal Rotary Valle Mosso e realizzato da Beppe Anderi e Maurizio Pellegrini