Logo Città Studi BIELLA

(newsletter 1/12) SOSTEGNO A COMPETITIVITÀ E R&S DELLE PMI

La Commissione europea lancia il programma COSME e, con il gruppo della Banca europea degli investimenti, un nuovo strumento di garanzia del prestito a PMI innovative.

La Commissione europea ha adottato due strumenti finanziari per sostenere le PMI.
Il Programma per la competitività delle imprese e le PMI (COSME) è uno strumento di finanziamento che, per il periodo 2014-2020, continua in larga misura le attività inserite nell'attuale programma quadro per la competitività e l'innovazione (CIP). Il programma, che si stima assisterà a vario titolo quasi 40.000 imprese, si articola in tre obiettivi: migliorare l'accesso ai finanziamenti da parte delle PMI, sostenere l'internazionalizzazione delle PMI, promuovere l'imprenditorialità di persone fisiche che vogliano costituire un'impresa, in particolare giovani e donne. La dotazione finanziaria per l'attuazione del programma sarà di 2,5 miliardi di euro, di cui 1,4 miliardi saranno destinati agli strumenti finanziari.
Il programma prevede uno strumento di capitale per gli investimenti in fase di sviluppo che fornirà alle PMI, tramite intermediari finanziari, finanziamenti di capitale rimborsabili ad orientamento commerciale, principalmente sotto forma di capitale di rischio; uno strumento di prestito che, tramite accordi con le banche, va a coprire i rischi connessi ai prestiti delle PMI. La rete Enterprise Europe fornirà servizi di sostegno alle PMI orientate alla crescita nel mercato mondiale, ma l'internazionalizzazione sarà agevolata anche dalla cooperazione internazionale tra le industrie. Sarà infine promosso lo sviluppo di abilità e attitudini imprenditoriali tra i nuovi imprenditori.
Lo Strumento di condivisione del rischio per le PMI ("risk-sharing instrument") verrà invece gestito dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI), la filiale del gruppo della Banca europea degli investimenti che si occupa specificamente di mettere a disposizioni capitali a rischio a favore delle micro-imprese e delle PMI in tutta Europa sotto forma di partecipazioni e di garanzie del prestito. La FEI garantirà una parte dei nuovi crediti concessi dalle banche alle PMI innovative, permettendo così tassi di interesse più vantaggiosi. Si stima che saranno coinvolte una decina di banche, 500 beneficiari per un volume totale di prestiti fino a 1,2 miliardi di euro.
Le imprese che possono accedere allo Strumento di condivisione del rischio per le PMI sono le PMI e le imprese di taglia media che svolgono attività di ricerca, di sviluppo o di innovazione. I prestiti ammessi alla copertura del nuovo strumento di garanzia vanno dai 25.000 euro ai 7,5 milioni di euro; il finanziamento dei rischi copre investimenti in attività (materiali o immateriali) e/o investimenti in capitale di funzionamento. La loro durata è compresa tra i due e i sette anni. Il FEI concluderà accordi individuali con le banche sulla base delle domande pervenute a seguito di un invito aperto a manifestare interesse all'inizio del 2012. Gli inviti a manifestare interesse per la selezione di intermediari finanziari sono pubblicati sul sito del FEI. In base all'accordo, il FEI fornirà, dietro una commissione, una garanzia alla banca contro i mancati rimborsi. 
 
Documenti di riferimento:
Commissione europea, Comunicato stampa, EU access to finance schemes created more than 175 000 jobs and will create more jobs, MEMO/11/852, 30 novembre 2011
Fondo europeo per gli investimenti, RSI Facility - Risk Sharing Instrument for Innovative and Research oriented SMEs and small Mid-Caps
 
Fonte:
Commissione europea, Comunicato stampa, 2,5 miliardi di euro per incentivare la competitività delle imprese e le PMI nel periodo 2014 - 2020, IP/11/1476, 30 novembre 2011
 Commissione europea, Comunicato stampa, European Commission, EIB and EIF launch new scheme to help SMEs get loans for research and innovation, IP/11/1505, 5 dicembre 2011
Fondo europeo degli investimenti, Comunicato stampa, The EIF, the EIB and the European Commission launch new scheme to help SMEs get loans for RDI, 5 dicembre 2011


Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito.